Venerdì 1 Luglio | Backdoor Arts & Beats II

art e beatVenerdì 1 Luglio la galleria d’arte contemporanea Garage Zero ospiterà l’evento “Backdoor Arts & Beats II”. Lo spazio sarà allestito con mostre fotografiche di vari artisti e ci saranno delle performance di live painting, il tutto accompagnato da un dj set musicale.

START H 19.00

EXPO
Valerio Angiolillo
Sara Gargiulo
Chiara Cocchi
Marco FelliFrancesca Piras
Federico Monaco
Roberta Gentili

LIVE PAINTING
Pelli Pellimoni Pelliccioni
Simone Floyd Sciusco

DJ SET:
– Rüdiger Special (shmnrgrs.)
Grindalf (Rome)
Il Chewbe(Resident)
Hadou (Naples)

Entry €3

Sarà in funzione cocktail-bar


GONE #1 | ROBERTA GENTILI-Domenica 8 Maggio ore 18

roberta gentiliRitratti di donne sorprese nel vento che ne accarezza i corpi senza svelarne quasi mai il volto e volti custodi di sguardi senza occhi.

Un punto di vista che potrebbe essere ovunque, non definito. L’assenza dell’occhio nell’occhio per sottolineare invece la peculiarità femminile di saper vedere oltre il confine dello sguardo.

Trascinate dalla forza del vento, diveniamo testimoni del vuoto di senso di un mondo troppo ingiusto al quale non si può rimanere indifferenti.

Sconvolte e accarezzate dalle passioni di questa forza invisibile, sospese in un tempo indefinito, andiamo nel vento per divenire madri di storie lontane e sconosciute. Andiamo alla ricerca di un io che si completa nell’altro, invisibile agli occhi, ma reale, presente.

GONE #1: prima fase di un progetto al suo primo sviluppo.

Domenica 8 Maggio ore 18-Ingresso Gratuito

La mostra sarà accompagnata da un dj set musicale curato da La Reina del Fomento.

ROBERTA GENTILI | BREVE PRESENTAZIONE

Performing arts, trampoliera, planning and dècor scene. Pittrice e illustratrice.

L’esperienza artistica ha inizio nell’arte figurativa, pittura e illustrazione. Successivamente attrice (spettacolli di strada e performance) e dècor scene per spettacoli teatrali ed eventi.

Arricchisce la personale ricerca pittorica attraverso l’uso delle tecniche miste (acrilico, olio, collage, pigmenti) accanto alla ricerca teatrale e la performance interessandosi delle connessioni fra arte visiva e linguaggio del corpo.

La convinzione che ogni forma di arte partecipata possa diventare un’indispensabile opportunità di reciproca conoscenza e accrescimento, la conduce verso la scoperta di nuovi linguaggi artistici e pittorici in strada e in luoghi abbandonati (street art, urban art) Queste esperienze diventano interessantissimi temi di arricchimento personale e sociale.

Collaborazioni Imporatanti: Dynamis Teatro Indipendente direzione artistica A. De Magistris; Teatro Potlach direzione artistica P. Di Buduo; Aesop Studio – multimedia e video art; Teatro Tor Bella Monaca direzione artistica A. Benvenuti.


15-16-17 Aprile 2016 Q44 a garagezero

q44
Durante la tre giorni dell’evento sarà possibile vedere la mostra fotografica “Manifesta Resistenze”

Ingresso Gratuito

Venerdì 15 aprile

il fattore umano

ore 18

“Percorsi di lotta attraverso le immagini”

proiezione del docufilm : “IL FATTORE UMANO” di Matteo Alemanno e Francesco Rossi

a seguire dibattito e aperitivo

Saranno presenti uno degli autori del film Francesco Rossi, e lo stesso Tano D’Amico, oltre a numerosi intervistati nel corso del documentario.

Partendo dall’opera e dal lavoro del fotografo Tano D’Amico, il film ripercorre un periodo storico significativo dei movimenti politici e sociali dagli anni 60 ad oggi.Ricordiamo che quei movimenti e quelle lotte  hanno prodotto, almeno nella prima fase cioè sino a fine anni 70,  grandi risultati sociali,  trasformati in leggi e riforme importanti. Risultati che  nella seconda fase,   dagli anni ottanta in poi, stiamo perdendo sempre più velocemente.Riforme, leggi e diritti,  che  probabilmente non hanno rappresentato i traguardi collettivamente sognati, ma hanno comunque segnato  un avanzamento complessivo  delle classi subalterne di questo Paese.Il film, con belle immagini ed interessanti  interviste evidenzia che le lotte producono diritti e migliori condizioni di vita per i più deboli, ed aiuta a riflettere sulla complessa  situazione di oggi.Saranno presenti uno degli autori del film Francesco Rossi, e lo stesso Tano D’Amico, oltre a numerosi intervistati nel corso del documentario.

Sabato 16 aprile

INIZIATIVA Q44

ore 18

“Lettere dei prtigiani condannati a morte”

Proiezione del docufilm “25 APRILE. LETTERE DEI PARTIGIANI CONDANNATI A MORTE 2014 con:Claudio Amendola Luca Argentero, Stefano DionisiVinicio Marchioni, Giorgio Pasotti, Riccardo Scamarcio, edoardo leo, Filippo Scichitano, Gabriele Rossi, Emanuel Caserio.

Sarà presente il regista Pasquale Pozzessere


Il film-documentario ricorda alcuni oppositori al nazifascismo, per lo più giovanissimi, condannati a morte in un arco di tempo che va dal dicembre 1943 all’aprile del 1944. E lo fa attraverso le loro lettere, scritte ai familiari più stretti poche ore prima di essere giustiziati. Sono persone appartenenti a vari ceti sociali e uccisi nei luoghi e nelle condizioni di lotta più diversi. Ogni testimonianza esprime coraggio e serenità, consapevolezza e accettazione del sacrificio per la condivisione di un ideale. Le lettere sono state selezionate da un archivio italiano (Istituto Nazionale per la storia del movimento di Liberazione in Italia) che ne conserva circa 700 ed il progetto si è sviluppato con l’intento di coinvolgere le scuole e le giovanissime generazioni all’approfondimento di questo periodo così doloroso della nostra storia, per rinnovarne la commemorazione e condividerla in primo luogo con i ragazzi. Le lettere sono lette da diversi attori e ognuna di loro è preceduta da una breve presentazione dell’autore affidata alla lettura degli studenti del Liceo Statale “Virgilio” di Roma.

Domenica 17 aprile

base copertina fb passeggiata memoria17 apr 2016

ore 10

“Resistere per esistere. Per una storia della vita popolare A Roma estate 1943/estate 1944”

– Lezione di Storia della Resistenza con il Professore Antonio Parisella, Presidente del Museo storico della Liberazione


ore 11

Faccia a faccia con la Resistenza

– Incontro con Angelo Nazio – partigiano combattente VIII zona

ore 17

Quadraro Story

– Passeggiata della memoria – Appuntamento allaTarga dei Caduti dell’8 Settembre via del Quadraro angolo via Tuscolana.

Una passeggiata attraverso la memoria storica, urbanistica e sociale del quartiere Tuscolano – Quadraro: delle brevi tappe, per ricordare il rapporto tra cittadini e sviluppo edilizio dell’area dal 1912 al 1944, le fungaie e le osterie fuori porta, la Resistenza e la deportazione, la parrocchia e il calcio popolare.

Antonio Parisella, è stato professore ordinario di storia contemporanea nell’università di Parma,  Studioso della storia sociale di Roma contemporanea, dal 2001 è – per nomina ministeriale – Presidente del Museo storico della Liberazione.


Angelo Nazio, caposquadra delle formazioni Garibaldi del settore di Centocelle dall’8 settembre 1943 al 4 giugno 1944.

Durante la tre giorni sarà esposta “Manifesta Resistenze” una mostra collettiva curata da Garagezero con il contributo di : Sezione ANPI Nido di Vespe Cinecittà-Quadraro, ….


SMASCHERIAMO GLI ECOMOSTRI Sabato 6 Febbraio

mostra


8/9/10 Ottobre “Attraversamenti Multipli” a Garage Zero

attraversamenti

Attraversamenti Multipli, giunto quest’anno alla sua quindicesima edizione, rilancia e rafforza gli elementi che lo hanno accompagnato in questi anni: le location inconsuete, la multidisciplinarietà, lo sguardo attento sulle nuove creatività, la relazione tra arti performative e spazi pubblici, l’attenzione agli spettatori.

Questa edizione si interroga su come “soggetti / oggetti diversi” – artisti, opere, spazi, sguardi, pubblici – incontrandosi e combinandosi tra loro, possono trovare delle nuove ZONE DI CONTATTO tra loro e creare delle relazioni imprevedibili e delle traiettorie inaspettate. Il campo d’azione di Attraversamenti Multipli è l’area della metropoli policentrica, gli spazi della città di Roma riqualificati e ridefiniti nell’ uso dalla trasformazione urbana: nuove isole pedonali e nuovi centri culturali.

Continua a leggere


Pigneto Città Aperta

GIOVEDÌ 21 MAGGIO 201510665760_1582952725286329_3395520173963810151_n

Il nostro Giorno Zero, questa volta a Garage Zero. Come ogni anno, si prosegue la tradizione che ci porta ad inaugurare il festival fuori dal Pigneto, attraversando spazi, territori e progetti differenti, ma in linea con 00176 Pigneto Città Aperta. Quest’anno siamo lieti di portarvi al Quadraro e di essere ospitati da Garage Zero, grande spazio autogestito, dedicato principalmente alle forme di espressione artistica più contemporanee e alla urban-art. Emanazione del C.S.O.A. Spartaco, fortemente presente e connesso con il quartiere che anima e tutela.

Continua a leggere


Manifesta Resistenze! Q44 a Garagezero Sabato 18 e Domenica 19

banner (2)

Il 17 aprile 2015 sarà il 71° anniversario del Rastrellamento del Quadraro, una data indelebile per il nostro quartiere e per l’intera città di Roma che ogni anno ricordiamo con mostre che si svolgono all’interno della galleria GARAGEZERO. Anche quest’anno vogliamo ricordare questa data con una festa laica e popolare di raccoglimento e di riflessione, inserita dentro l’evento Q44 organizzato con numerose realtà del territorio affinché sia sempre viva la memoria di quanto accadde nella primavera del ’44.

Quanto avvenne quel 17 aprile del 44 ha rappresentato un fatto costituente capace di dare identità a tutto il quartiere. Il rastrellamento del Quadraro infatti ,dopo quello delle fosse Ardeatine e del Portico di Ottavia è stato il più rilevante di Roma durante l’occupazione nazista con ben 947 deportati verso i campi di concentramento in Germania.

Nel 1994 data in cui ricorrevano i sessant’anni del rastrellamento del Quadraro, l’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi insignì il quartiere della medaglia d’oro al merito civile per la “Fulgida testimonianza di resistenza all’oppressore ed ammirevole esempio di coraggio”.

Per GARAGEZERO, questo è un motivo di grande orgoglio e ci spinge con ancora più forza verso un impegno quotidiano affinché la memoria di quel tragico avvenimento venga ripristinata. L’impegno costante e appassionato nell’affrontare questo tema, ci obbliga a trovare costantemente nuovi linguaggi e nuove storie per rendere sempre attuali i valori della Resistenza. Per questo abbiamo deciso di dare vita ad una mostra collettiva ricorrente che ogni anno sappia raccontare le nuove resistenze e manifestare anche attraverso l’arte che oggi come ieri esiste una necessità anzi un obbligo a continuare ed ad infondere percorsi di libertà. Di seguito riportiamo il programma dei due giorni:

Continua a leggere